Rinnovato il consiglio d’amministrazione

Marco Cossu è stato rieletto presidente del Museo territoriale dell’Agro Foronovano. Nel pomeriggio di ieri, a Torri in Sabina, l’assemblea dei quattordici comuni consorziati (Cantalupo in Sabina, Casperia, Configni, Cottanello, Magliano Sabina, Montasola, Montebuono, Poggio Catino, Roccantica, Selci, Stimigliano, Tarano, Torri in Sabina, Vacone) ha confermato il sindaco di Casperia alla guida dell’istituzione che ha come finalità la valorizzazione dei beni culturali. Cossu, presidente dal 30 settembre 2015, ha evidenziato alcuni risultati significativi conseguiti negli ultimi quattro anni: la realizzazione di due cataloghi dei beni culturali, uno multimediale e l’altro cartaceo; la pubblicazione delle tesi di laurea dedicate alla Sabina; la partecipazione alla stesura della legge regionale che riconosce gli ecomusei; il progetto di riqualificazione della sede museale di Vescovio.

L’assemblea del consorzio ha eletto inoltre i quattro membri del consiglio d’amministrazione: sono Serena Caponi (Selci), Cesare Cherubini (Vacone), Paola Montali (Stimigliano) ed Andrea Placidi (Montasola). Presidente dell’assemblea è invece Michele Concezzi, sindaco di Torri in Sabina.

«Quattro anni fa il museo era da ricostruire; oggi la Regione Lazio riconosce chi si propone con un’identità composta da cultura e paesaggio. Dalle nostre scuole è nato il nuovo nome: Ecomuseo dei Borghi della Sabina. Abbiamo avviato il processo di trasformazione che porteremo avanti per aprire al mondo quel museo a cielo aperto che è la Sabina. Per farlo dobbiamo essere in tanti e tutti uniti. Spero che il numero dei comuni partecipanti possa aumentare ancora». E’ quanto dichiara il presidente Marco Cossu.

Cinema sul territorio con “Sabina in prima fila”

In Sabina arriva il cinema: da venerdì 15 febbraio fino al 12 maggio, 90 proiezioni cinematografiche in 18 comuni saranno il ricco piatto di SABINA IN PRIMA FILA, alle quali, a partire da metà marzo, si aggiungeranno 10 spettacoli teatrali e musicali. L’iniziativa è nata dall’esperienza della Rete Cultura in Sabina, che da più di tre anni riunisce associazioni culturali, imprese artigiane e turistiche e singoli cittadini, con lo scopo di costruire relazioni e buone pratiche per migliorare la qualità della vita sociale in Sabina attraverso una proposta culturale continuativa e diffusa. E proprio mettendo in rete strutture e associazioni esistenti si è potuto dar vita a SABINA IN PRIMA FILA che in tre mesi propone ventitré film di recente uscita che saranno replicati nei diversi comuni, consentendo al pubblico di spostarsi seguendo i propri gusti e i propri tempi. Commedie, film di genere e per le famiglie, opere vincitrici di festival, il programma può coinvolgere ogni tipo di pubblico. (altro…)

Il progetto per la nuova sede

Il percorso di rinnovamento del Museo territoriale dell’Agro Foronovano, consorzio di quattordici comuni, segna un’altra tappa importante: sabato 19 gennaio alle 17, presso l’Istituto comprensivo “Forum Novum” di Torri in Sabina, si presenta il progetto tecnico dell’ing. Rachele Tassi per la riqualificazione della vecchia casa cantoniera della Provincia di Rieti che si trova a Vescovio; nelle intenzioni degli amministratori locali, sarà la sede dell’Ecomuseo dei Borghi della Sabina, come è stata ribattezzata l’istituzione impegnata nella valorizzazione dei beni culturali. (altro…)

Approvato il bilancio con le nuove iniziative

Si è riunita ieri, nel municipio di Torri in Sabina, l’assemblea del Museo territoriale dell’Agro Foronovano, che raccoglie quattordici comuni: Cantalupo in Sabina, Casperia, Configni, Cottanello, Magliano Sabina, Montasola, Montebuono, Poggio Catino, Roccantica, Selci, Stimigliano, Tarano, Torri in Sabina, Vacone. All’ordine del giorno il bilancio, le borse di studio e il nuovo simbolo. (altro…)

Alternanza scuola-lavoro con il liceo classico

Il Liceo classico “Lorenzo Rocci” di Passo Corese e il Museo territoriale dell’Agro Foronovano insieme per l’alternanza scuola-lavoro. Il progetto nasce in continuità con l’esperienza svolta dal liceo in collaborazione con l’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali (Cnr) dedicato al percorso francescano da Roma al lago di Piediluco. Una deviazione di tale percorso conduce anche alla cattedrale di Santa Maria Assunta in Vescovio. (altro…)