Il museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. E’ aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali dell’umanità e del suo ambiente; le acquisisce e le conserva, le comunica e le espone a fini di studio, educazione e diletto, promuovendone la conoscenza presso il pubblico e la comunità scientifica.

Gli spazi del Museo territoriale dell’Agro Foronovano, il primo ecomuseo della provincia di Rieti, offriranno a tutti la possibilità di vivere un’esperienza unica. Saranno progettati e realizzati in collaborazione con artisti, architetti, grafici e designer, permetteranno un incontro sorprendente con il territorio corrispondente a Forum Novum e l’area circostante, compresa tra il Tevere e i Monti Sabini, attraverso giochi di luce, colori, superfici modulabili. Per offrire suggestioni e stimoli sempre nuovi, in modo da offrire al visitatore una rappresentazione evocativa del territorio attraverso un sistema integrato di elementi identificativi.

L’ubicazione suggestiva, che ha come orizzonte l’antica cattedrale dei Sabini e i resti della città di Forum Novum, consente un dialogo emozionale che faccia presagire al visitatore la bellezza di ambienti integri ed incontaminati, verso cui incamminarsi per scoprire i valori di cultura e biodiversità dell’ecomuseo. In tal modo la sede museale, ingresso naturale in Sabina nel suo versante tiberino, renderebbe visibile l’identità locale realizzando in un centro molto frequentato dalle famiglie una simbolica quanto significativa porta aperta sulla Sabina.